Cina, uomo uccide 7 bambini all'uscita di una scuola

Altri 12 bambini sono stati feriti a colpi di coltello

writing-711286_1280.jpg

CINA - Un uomo armato di coltello ha ucciso 7 giovani studenti all'uscita di una scuola, ferendone altri 12. La notizia è stata riportata dalle autorità locali della provincia dello Shaanxi. Il grave fatto di sangue è avvenuto davanti ad una scuola secondaria nella città di Mizhi intorno alle ore 11 locali. Secondo la ricostruzione offerta dalla BBC, l'autore della strage avrebbe agito "per vendetta contro la società"; si tratta di un uomo di 28 anni di età che pare abbia frequentato quello stesso istituto in passato e che sarebbe stato vittima di bullismo quando era uno studente.

Macchiato da quei traumi, l'uomo ha perso il lume della ragione e si è vendicato su poveri innocenti che non avevano nessuna colpa. Non si conosce l'età delle vittime, ma la scuola in oggetto è frequentata da giovanissimi tra i 12 e i 15 anni. I 12 feriti sono stati soccorsi e accompagnati in ospedale, ma non si conoscono le loro condizioni di salute.

Episodi di violenza di questo tipo non rappresentano una novità in Cina. Due mesi fa un altro uomo, sempre armato di coltello, ha ucciso una donna e ferito 12 persone in un centro commerciale di Pechino. Nel giugno 2017 un uomo di 22 anni ha lanciato una bomba carta contro un asilo della città di Xuzhou, uccidendo 7 persone e restando a sua volta ucciso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO