Pisa, bullismo a scuola: studente punta una pistola alla testa del prof

Lo studente bullo, di 17 anni, è stato sospeso dalla scuola e a suo carico è stato aperto aperto un fascicolo per violenza privata continuata, minacce e ingiuria.

punta-pistola-in testa-prof-pisa.jpg

Ha puntato una pistola alla testa del professore, "colpevole" di fare il suo lavoro, di averlo richiamato alla compostezza in classe. Ennesimo caso di bullismo a scuola, questa volta nel pisano, anche se parlare di bullismo forse comincia a diventare riduttivo di fronte a episodi del genere.

La vicenda risale a gennaio scorso ma se ne ha notizia solo oggi. Tutto è accaduto durante l'ora di lezione, in una scuola superiore. Ne parlano in dettaglio i quotidiani locali tra cui La Nazione. Lo studente in questione, un ragazzo di 17 anni, avrebbe puntato una pistola (giocattolo) alla tempia del suo professore urlandogli: "mani in alto e abbassa la testa" in modo da umiliarlo davanti alla classe.

Solo dopo il bullo ha detto al malcapitato professore che quella che gli aveva puntato alla tempia era una pistola giocattolo. La spiegazione non è servita a calmare il docente che con le gambe ancora tremanti ha chiesto aiuto a una collega per esporre l’accaduto al preside. Il 17enne, riferisce l'Ansa, avrebbe reagito coprendo di insulti la docente e mettendosi davanti alla porta dell'ufficio del preside per non farla entrare.

Lo studente è stato poi sospeso dalla scuola, non è chiaro se l'atto di bullismo gli farà perdere l'anno o meno, e a suo carico la magistratura minorile ha aperto un fascicolo per violenza privata continuata, minacce e ingiuria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO