Thailandia, 12 minorenni intrappolati da giorni in una grotta: USA e UK aiutano nelle ricerche

È una corsa contro il tempo quella in atto ormai da giorni nel nord della Thailandia e che in queste ore sta vedendo anche la partecipazione di speleologi in arrivo dal Regno Unito e una squadra militare degli Stati Uniti: 12 ragazzini di età compresa tra gli 11 e i 16 anni e il loro allenatore - sono tutti giovani membri di una squadra di calcio - sono intrappolati ormai da sabato pomeriggio in una grotta alle porte di Chiang Rai.

Il gruppetto è entrato nel sistema di grotte di Tham Luang e da quel momento ha fatto perdere ogni contatto. La grotta, la quarta più grande dell'intera Thailandia, è stata parzialmente inondata a causa delle forti piogge che in questo periodo di stanno abbattendo sulla regione thailandese e il livello dell'acqua continua a salire, nonostante gli sforzi dei soccorsi che da giorni stanno cercando di pompare fuori l'acqua per permettere ai soccorritori di entrare.

In queste ultime ore, dopo l'arrivo del supporto inglese e statunitense, si è deciso di interrompere le operazioni di pompaggio dell'acqua - vano a causa delle continue piogge - e di tentare un altro approccio: scavare un buco nella montagna, così da creare un secondo punto di accesso.

Si tratta di un tentativo disperato, considerando che non è chiaro dove si trovino al momento i tredici giovani né se siano ancora in vita. Gli ultimi messaggi inviati dai giovanissimi alle loro famiglie prima di entrare nella grotta confermavano la presenza di cibo e di torce. Se, come spiegano gli esperti, il gruppetto è riuscito a rimanere in un'area della grotta sopra il livello dell'acqua, le speranze di trovare tutti ancora in vita sono piuttosto buone.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO