Molestie e ricatti sessuali in Regione Veneto? Sospeso alto funzionario


Businessman touches a woman co-worker under the boardroom table doing a meeting

Molestie in cambio della promessa di assunzioni e avanzamenti di carriera. Un alto funzionario della Regione Veneto è stato sospeso dal servizio perché accusato di tentata concussione: avrebbe chiesto prestazioni sessuali a quattro dipendenti a tempo determinato, tutti uomini, che poi lo hanno denunciato: se non ci stavano, sempre secondo chi indaga, il dirigente li minacciava di “ritorsioni” sul posto di lavoro.

Il funzionario regionale, prossimo alla pensione, da parte sua nega ogni addebito ma davanti al gip di Venezia per ora non ha voluto rispondere. Dopo le indagini avviate dai carabinieri l’uomo è stato sollevato dall’incarico con stipendio sospeso per 4 mesi.

L’alto funzionario, in servizio presso il settore Ricerca e innovazione della Regione Veneto, si sarebbe reso responsabile delle condotte contestate per diversi anni, dal 2011 al 2017, con avance e attenzioni particolari che puntualmente venivano rivolte ai precari che lavoravano nel suo ufficio.

Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri, in attesa di tutti i riscontri del caso, il funzionario arrivava a toccare i suoi sottoposti nelle parti intime e quando le presunte vittime cercavano di allontanarlo lui le ricattava dicendo loro che non sarebbero mai state assunte in Regione e che tantomeno avrebbero potuto sperare di andare avanti con la carriera.

La scelta del dirigente di avvalersi della facoltà di non rispondere sarebbe dettata dal fatto che per ora lui e il suo legale conoscono solo il capo d’accusa e non tutti gli atti dell’inchiesta, a partire da cosa c’è scritto nelle denunce presentate in procura da quattro diverse persone in diversi momenti. Come osserva il Corriere del Veneto la difesa dell’uomo punterà probabilmente sul fatto che il funzionario non aveva nessun potere di far assumere o di far avanzare di carriera e nemmeno potere disciplinare.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO