Il figlio di Di Bartolomei contro le pistole: "Non danno sicurezza"

di bartolomei pistola

Luca Di Bartolomei, figlio dell’indimenticabile Agostino, capitano della Roma morto suicida nel 1994, ha pubblicato su Facebook un post che sta facendo molto discutere. Agostino Di Bartolomei si tolse la vita sparandosi un colpo di pistola al petto. L’arma, di cui il figlio pubblica una foto, era stata acquistata con lo scopo di rendere più sicura la famiglia, ma "una pistola non produce alcuna sicurezza", sottolinea Luca Di Bartolomei.

Il tema è di quelli molto caldi, anche perché in questi giorni si parla molto di sicurezza e della possibilità che venga introdotta per legge l’opportunità di acquistare un’arma per “legittima difesa”. Un’eventualità che spaventa molto il figlio dell’ex capitano giallorosso, tanto da portarlo ad aggiungere su Facebook: "Al 41% degli italiani che oggi vorrebbe acquistare un'arma più semplicemente per sentirsi più protetto vorrei raccontare, dati e studi alla mano, di come più pistole in giro significheranno solo più morti, più suicidi, più incidenti".

Insomma, se qualcuno magari potrà pure sentirsi più sicuro con una pistola in casa, c’è da prendere in considerazione anche il rovescio della medaglia: l’avere sempre a disposizione un’arma, aumenterebbe sicuramente le possibilità di utilizzarla in maniera impropria.

"All'obiezione che chi vuole suicidarsi lo fa comunque vorrei solo dire che, per andare oltre il burrone che pensiamo di avere davanti, basta un attimo. E in quell'attimo non avere accesso ad un'arma può fare la differenza. Non lo dice una vittima, lo dicono tutti gli studi disponibili. Pensate ai vostri figli - conclude Luca Di Bartolomei - ed ai vostri nipoti. Una pistola non produce alcuna sicurezza. Credetemi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO