Niccolò Bettarini accoltellato "per futili motivi"

niccolo-bettarini-accoltellato.png

Niccolò Bettarini è stato accoltellato per futili motivi: è quanto emerge dalle indagini della squadra mobile e coordinate dal pm Elio Ramondini. Intanto, emergono nuovi dettagli in merito ai quattro aggressori per i quali è stato stabilito il fermo. Il 24enne italiano arrestato è legato alla curva dell’Inter ed è stato raggiunto negli anni passati da un provvedimento di Daspo. Vicino alla curva dell'Hockey Milano, sarebbe legato anche al movimento di estrema destra Lealtà Azione. Durante l’interrogatorio ha sempre negato di aver colpito il figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura.

Niccolò Bettarini | Fermati 4 ragazzi

Niccolò Bettarini accoltellato: fermati quattro giovani. Il Gip ha confermato nella notte il fermo dei quattro giovani ritenuti responsabili dell’aggressione con armi da taglio nei confronti del figlio dell’ex calciatore Stefano e di Simona Ventura. Si tratta di due ragazzi italiani, uno di 24 e uno di 29 anni, e due cittadini albanesi rispettivamente di 23 e 29 anni, che erano già stati portati in questura domenica pomeriggio. Nei loro confronti l’accusa è di tentato omicidio.

Quasi recitando un copione concordati, i fermati hanno dichiarato durante gli interrogatori di aver assistito all’accoltellamento, ma di non avervi partecipato. Intanto, i medici del Niguarda confermano la prognosi di 30 giorni per Niccolò Bettarini, che fortunatamente non ha riportato lesioni gravi. Contro di lui sono stati sferrati 11 colpi con un coltello, un cacciavite o un punteruolo, la ferita più seria è ad una mano, che richiederà un intervento chirurgico al tendine.

Niccolò Bettatini accoltellato

Niccolò Bettarini è stato accoltellato mentre stava cercando di sedare una lite ma tutto è avvenuto fuori dalla discoteca di Milano dove la scorsa notte il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini è stato ferito in modo grave.


Nel locale "non è successo nulla" precisa all'Adnkronos il gestore, il quale spiega che Niccolò Bettarini: "Conosce tutti nel locale, il giovane è rimasto tranquillamente dentro fino alla chiusura. Si è intrattenuto a parlare di calcio e del suo futuro con un collaboratore del locale, era tranquillo. Tutto è accaduto fuori, pochi minuti dopo le 5, quando l'Old Fashion era chiuso".

Dalle immagini riprese dalle telecamere della zona si vede "Niccolò che esce da solo dalla discoteca e si avvicina al luogo in cui c'è in corso una lite, protagonisti tre giovani, qualcuno dice con forte accento siciliano, che viene sedata dagli addetti alla sicurezza. Si vede bene dalle telecamere che lui guarda la scena, parliamo di spintoni e urla più che di una vera scazzottata, e si allontana".

Niccolò Bettarini "non è mai stato allontanato dal locale, come qualcuno ha scritto, lui è andato via per ultimo, tutti sono usciti tranquillamente. Durante la serata sono state allontanate delle persone, come accade talvolta, ma nessuno del gruppo di Niccolò".

Poi il titolare della discoteca aggiunge di essere stato nuovamente allertato per un’altra lite che era scoppiata "a circa 250 metri" dall’ingresso dove non c'è nessuna telecamera. L'aggressione a Niccolò è stata però raccontata dagli amici. "Erano degli animali" secondo uno di loro. Gli aggressori sarebbero quindi più di uno.

Il proprietario del locale spiega anche di aver "consegnato tutte le immagini delle telecamere (33 del locale, Ndr) alla polizia; sono stato ascoltato, così come gli addetti alla sicurezza. La cosa più importante è che Niccolò sta bene, a me resta però la tristezza per quanto accaduto. Le telecamere garantiscono noi e i clienti, ma non solo: dopo l'attentato al Bataclan abbiamo installato degli scanner, un controllo aggiuntivo che ci consente di evitare che nel locale vengano introdotti oggetti pericolosi, come i coltelli".

Inoltre ieri sera "c'è stata a lungo la polizia davanti al locale, a partire dalle 1.30. Abbiamo bloccato dei ladri di cellulari e abbiamo avvertito gli agenti che li hanno arrestati. Insomma tutto sembra uno smacco, ma per fortuna Niccolò sta bene" ha detto ancora il gestore della discoteca. L’arma con cui Niccolò è stato accoltellato non è stata rinvenuta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO