Autogrill condannata: "Non si può costringere i dipendenti a lavorare nei giorni festivi"

Due dipendenti si erano rifiutate di lavorare nel giorno di Ferragosto

autogrill.jpg

Lavorare nelle giornate festive non può essere obbligatorio. A riconoscerlo è stata una sentenza emessa dal Tribunale di Milano, basata su di un ricorso presentato da due dipendenti della Autogrill SPA. Lo scorso anno le due lavoratrici si erano viste assegnare il turno nel giorno di Ferragosto. Le due rivendicarono il diritto al riposo nel giorno festivo e comunicarono all'azienda di non essere intenzionate a lavorare a Ferragosto.

La società, per tutta risposta, le precettò per obbligarle a prendere servizio presso il punto vendita Villoresi Est a Lainate, in provincia di Milano. Nonostante l'ordine dell'azienda, le due lavoratrici decisero di non presentarsi al lavoro, convinte che fosse loro diritto veder rispettato il riposo previsto in occasione del giorno festivo. Autogrill decise quindi di punirle sospendendole senza retribuzione per due giorni.

Le due donne, però, assistite dalla Filcams-Cgil di Milano, hanno quindi presentato ricorso contro questa decisione dell'azienda presso il tribunale civile di Milano. Il giudice, analizzato il caso, ha dato ragione alle due dipendenti riconoscendo loro "il diritto soggettivo ad astenersi dal lavoro nelle festività". Marco Beretta, segretario cittadino di Filcams-Cgil, ha così commentato la notizia: "Siamo consapevoli delle particolari caratteristiche delle aziende turistiche, ma dopo questa sentenza il nostro obiettivo è discutere delle condizioni economiche e di organizzazione del lavoro con le imprese del turismo per garantire ai lavoratori la possibilità di conciliare la vita lavorativa con quella privata".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO