Vicenza, spara dal terrazzo di casa e colpisce immigrato

"Volevo colpire un piccione": 40enne denunciato dai carabinieri a Cassola

spara su immigrato vicenza

Ha sparato dal terrazzo di casa colpendo un operaio che stava lavorando su un ponteggio. Siamo a Cassola, in provincia di Vicenza, e l'episodio è avvenuto ieri, proprio nel giorno in cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha lanciato un monito affinché l'Italia non diventi una specie di far west.

Mattarella in particolare ha citato il caso della bambina di un anno ferita e Roma in strada da un uomo che si stava "esercitando" (questa la giustificazione del responsabile) con le sue armi ad aria compressa sparando pallini dal balcone.

L'operaio ferito a Cassola è un 33enne immigrato originario di Capoverde, dipendente di una ditta di impianti elettrici. A raccontare la vicenda, del tutto simile al caso di Roma di qualche giorno fa che ha suscitato l'indignazione del capo dello Stato, è il Giornale di Vicenza.

L'operaio, raggiunto alla schiena da un pallino esploso con una carabina, è stato subito soccorso e portato in ospedale, le sue condizioni non desterebbero preoccupazioni, mentre lo sparatore, di 40 anni, è stato denunciato per lesioni personali aggravate ed esplosioni pericolose.

La sua giustificazione davanti ai carabinieri sarebbe stata: "volevo colpire un piccione". Dichiarazioni e precisa dinamica dei fatti che sono ancora al vaglio di chi indaga anche se nell'abitazione dell'uomo non sarebbe stato trovato nulla che faccia pensare a motivazioni di tipo razzistico dietro al ferimento dell'operaio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO