Abruzzo, impiegato Asl insulta italo-senegalese: "Non è l'ufficio del veterinario"

La denuncia è stata presentata da Ibrahima Diop, 39 anni, in Italia dal 2000

"Che vuoi? Vattene. Questo non è l'ufficio del veterinario...". Queste parole sarebbero state pronunciate da un dipendente della Asl di Giulianova all'indirizzo di Ibrahima Diop, un uomo di 39 anni nato in Senegal e residente in Italia dal 2000, divenuto cittadino italiano con il matrimonio. L'uomo risiede a Roseto ed ha raccontato di essersi recato all'ufficio della Asl per chiedere delle semplici informazioni sul rinnovo del libretto sanitario.

Ibrahima voleva sapere come agire per rinnovare il libretto ma non è riuscito a formulare le sue richieste perché, stando al suo racconto, sarebbe stato allontanato da un dipendente della Asl che gli avrebbe urlato contro la frase succitata. Ibrahima ha spiegato di essere andato via e di aver deciso poi a casa, dopo aver parlato con i familiari, di presentare una denuncia: "Mai come in quel momento mi sono sentito umiliato, è giusto che chi ha sbagliato paghi".

"Avrà avuto 50-60 anni, alto, capelli grigi, occhiali". Questa è la descrizione dell'uomo che Ibrahima ha fornito. I carabinieri stanno effettuando le indagini per risalire all'identità dell'autore dell'offesa, così come sta facendo la stessa Asl con un'indagine interna.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO