Fausto Brizzi chiederà i danni a chi lo ha denunciato

fausto brizzi

Fausto Brizzi passa al contrattacco dopo che la Procura di Roma ha chiesto l’archiviazione in merito alle accuse di violenza sessuale. Secondo quanto riferisce il ‘Corriere della Sera’, l’avvocato del noto regista sarebbe pronto a chiedere i danni alle ragazze che lo hanno denunciato, anche grazie alla presenza di alcuni messaggi presenti nella memoria del telefonino di Brizzi e che smonterebbero le accuse da parte delle stesse.

Insomma, dovrebbe giungere presto una replica legale da parte del regista di tanti film di successo, anche se una controdenuncia per calunnia non è mai stata presa in considerazione: sarebbe altamente complicato, infatti, provare che chi ha denunciato Brizzi fosse consapevole della sua innocenza al momento dell’esposto. Per contro, però, il 49enne romano avrebbe come prova dei messaggi inviatigli dalle ragazze dopo le presunte violenze. "Che belle sensazioni che ho avuto", sarebbe il testo di un messaggio di cui riferisce il Corriere della Sera. "Ti devi inginocchiare perché non mi hai fatto una dedica", un altro messaggio da parte di una ragazza dopo aver ricevuto un libro in regalo dal regista. Anche questi messaggi avrebbero pesato sulla decisione di archiviazione.

Il “caso Brizzi” era scoppiato in seguito ad una serie di servizi della trasmissione televisiva "Le Iene" nel 2017. I giornalisti Mediaset avevano portato in TV alcune donne che avevano testimoniato di essere state molestate dal regista durante “anomali” provini presso il suo studio. In seguito, però, solo tre ragazze avevano sporto regolare denuncia per episodi avvenuti 2014, 2015 e 2017. Per la Procura di Roma, però, "il fatto non sussiste" e ora Fausto Brizzi è pronto al contrattacco con una richiesta di risarcimento danni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO