Belgio: fumettista italiano e compagno presi a sprangate dai vicini “perché gay”

Mauro Padovani: "non mi sento più sicuro". I due hanno postato le foto dell'aggressione su Facebook

picchiati-perche-gay_.jpg

Pestati a sangue, presi a sprangate in faccia e alla testa "perché gay". È accaduto in Belgio al fumettista italiano Mauro Padovani, residente a Gand con il suo compagno Tom. Su Facebook la coppia ha pubblicato le foto del brutale pestaggio che sarebbe stato commesso, secondo la denuncia sporta alla polizia, da alcuni vicini di casa già protagonisti di offese e atteggiamenti omofobi nei loro confronti. Una escalation di insulti e offese sfociata nell’aggressione fisica che risale al 9 agosto scorso e che fa dire a Padovani di non sentirsi "più al sicuro" in Belgio.

Le foto delle conseguenze del pestaggio sono accompagnate da due parole "Was Brutal" (È stato brutale). Nelle immagini si vedono le vittime dell’aggressione omofoba medicati e bendati al volto e al capo. Nei commenti Mauro e Tom spiegano che l’aggressione è opera di "una coppia di vicini omofobi" formata "da una donna croata e un uomo bulgaro". Quest’ultimo aveva fatto perdere le sue tracce dopo la denuncia ma nelle scorse ore è stato individuato e arrestato dalla polizia belga.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO