Palermo, mafia nel mercato ortofrutticolo: confiscati 150 milioni di euro

La Dia ha confiscato un enorme patrimonio a due 61enni, Angelo e Giuseppe Ingrassia, ritenuti "vicini e contigui" a Cosa nostra

greengrocers-1468809_1280.jpg

La Direzione Investigativa Antimafia questa mattina ha eseguito una maxi confisca a Palermo: magazzini, appartamenti, ville, terreni, negozi, quote societarie, autocarri, auto, moto, conti bancari e prodotti finanziari. Il tutto per un valore di 150 milioni di euro. Si tratta di un duro colpo inferto alla mafia di Palermo, in particolare ai boss dell'Acquasanta. Dalle indagini è infatti emersa una pesante infiltrazione mafiosa nella gestione del mercato ortofrutticolo del capoluogo regionale.

Una sorta di regia occulta che ha imposto i prezzi oltre ad ottenere il monopolio delle attività correlate come quella del facchinaggio e della gestione del parcheggio dei mezzi. L'organizzazione ha inoltre imposto a tutti i rivenditori l'utilizzo delle proprie cassette di legno. Dalle indagini è emerso che Angelo e Giuseppe Ingrassia, entrambi 61enni, ritenuti "vicini e contigui" a Cosa nostra, erano riusciti a monopolizzare le attività del mercato, attraverso "una grave distorsione della libera concorrenza, che ha garantito all'organizzazione criminale ingenti guadagni attraverso attività solo apparentemente lecite".

L'indagine di Palermo ha trovato conferme anche grazie al lavoro di altre Procure oltre a quella palermitana, come spiegato dalla stessa DIA: "Hanno rafforzato l'ipotesi investigativa di infiltrazione mafiosa all'interno del mercato ortofrutticolo palermitano alcune ordinanze applicative di misura cautelare, emesse dal gip di Napoli, quando viene contestato agli indagati (tra i quali anche Gaetano Riina, fratello del capomafia corleonese Salvatore), di controllare il trasporto su gomma da e per i mercati ortofrutticoli di Fondi, Aversa, Parete, Trentola Ducenta e Giugliano e da questi verso quelli del Sud Italia, interessando, in particolare, i mercati siciliani di Palermo, Catania, Vittoria (Ragusa), Gela (Caltanissetta) e Marsala (Trapani)".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO