Caporalato: 6 arresti in Lombardia. Sfruttavano 42 lavoratori

Li pagavano 3 euro l'ora per lavorare nei campi.

Arresti per caporalato a Mantova

I carabinieri di Mantova hanno arrestato sei persone, ritenute responsabili del reato di caporalato. Si tratta di un italiano e cinque cittadini del Bangladesh. L'italiano è il proprietario di due terreni che i bangladesi avevano affittato e usato per coltivare zucchine. Nei campi lavoravano 42 persone in condizioni di sfruttamento. Tra di loro 24 richiedenti asilo, senza un contratto regolare.

I lavoratori lavoravano per circa 12-13 ore al giorno, pagati 3 euro l'ora. Venivano fatti alloggiare in un'area che era stata allestita dal proprietario italiano dei terreni. Avevano un solo bagno per 25 persone. Tre bangladesi avevano il compito di controllare i lavoratori.

Il blitz condotto dai carabinieri di Mantova rientra tra i controlli straordinari nel settore agricolo predisposti dall'Arma. Il prefetto di Mantova Lombardi ha espresso al colonnello Federici, che è il comandante provinciale dei carabinieri, tutto il suo apprezzamento per questa operazione alla quale hanno partecipato militari che provenivano da diverse stazioni del mantovano. Al momento di procedere agli arresti i carabinieri hanno chiuso tutte le vie di fuga e così hanno potuto identificare tutti i lavoratori e i loro sfruttatori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO