Migranti: la nave Diciotti verso Pozzallo, a bordo 177 profughi

diciotti pozzallo

La nave Diciotti della Guardia costiera italiana si sta dirigendo verso il porto di Pozzallo. In mare davanti all’isola di Lampedusa da cinque giorni, l’imbarcazione viaggia con 177 migranti a bordo ed è in attesa che qualcosa si muova, mentre Medici senza Frontiere lancia un appello al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: "Chiediamo di mettere al primo posto la vita delle persone e offrire subito un porto sicuro in Italia". L’impressione è che in queste ore la situazione sia in rapida evoluzione e anche il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà, Mauro Palma, ha informato le alte cariche dello Stato in merito ad un caso ritenuto di "rilevanza umanitaria".

La posizione dell’Italia è stata intanto ribadita dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini: durante un’intervista concessa ad Agorà ha sottolineato che la nave Diciotti "può anche sbarcare in Italia, basta che i 177 migranti vengano suddivisi, nello spirito di solidarietà europea, che è fatta di 27 paesi. Facessero la cortesia, dal momento che abbiamo accolto più di 700mila persone arrivate via mare, di fare la loro parte".

Nel frattempo, la Farnesina annuncia con una nota ufficiale di aver "ufficialmente e formalmente investito della questione la Commissione europea, affinché provveda a individuare una soluzione in linea con i principi di condivisione tra gli Stati membri dell'Unione Europea". Il ministro degli Esteri aggiunge che "il governo italiano ritiene indispensabile che la Commissione assuma direttamente l'iniziativa, vocata a individuare i Paesi Ue disponibili ad accogliere le persone salvate in mare".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO