Frosinone, pensionato uccide i figli e si suicida

La figlia soffriva di una malattia ai reni.

Omicidio suicidio a Esperia - Frosinone

A Esperia, un paesino nei monti Ausoni in provincia di Frosinone, si è consumata una tragedia famigliare. Un uomo di 65 anni, un ferroviere in pensione, ha ucciso i figli Isabella, di 18 anni, e Mariano, di 25. La più giovane era affetta da una malattia ai reni e secondo i primi accertamenti condotti dagli inquirenti, sembra che il padre non avesse accettato questo problema della figlia.

Il fatto è avvenuto poco dopo le 7:30 di stamattina, quando i ragazzi ancora dormivano. Isabella si era appena diplomata, mentre il figlio maggiore lavorava a Roma come chimico e si trovava a Esperia per le vacanze estive.

Si è salvata la moglie, che era andata alle Poste. Il marito ha atteso che lei uscisse per compiere questo tragico gesto. Ha prima sparato con un fucile ai figli che dormivano, poi ha sparato a se stesso. La donna ha sentito i colpi di arma da fuoco ed è rientrata in casa, ma ha trovato tutti i suoi cari senza vita. Sono poi arrivati i carabinieri del comando provinciale di Frosinone, della compagnia di Pontecorvo e il magistrato di turno della procura di Cassino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO