Milano, ex sacerdote condannato a 6 anni di carcere per pedofilia

I fatti risalgono al dicembre 2011, ma solo ora si è arrivati alla conclusione del processo.

6 anni e 4 mesi di carcere. È questa la pena inflitta oggi dai giudici della quinta sezione penale del Tribunale di Milano all'ex sacerdote Mauro Galli, accusato di aver abusato sessualmente nel dicembre 2011 un ragazzino di 15 anni.

L'ex parrocco di Rozzano, alle porte di Milano, aveva ammesso di aver dormito nel letto matrimoniale insieme al minorenne - nonostante ci fossero altri letti liberi a disposizione - ma aveva negato l'accusa di violenza sessuale. L'uomo aveva già versato ai familiari del giovane, che hanno preferito non costituirsi parte civile nel procedimento, una somma di 100mila euro.

Il caso di Galli ha dato ulteriore conferma di come la Chiesa Cattolica preferisca tacere e gestire internamente i casi di pedofilia e violenza sessuale anziché rivolgersi alle forze dell'ordine. L'arcivescovo di Milano, infatti, era stato informato della vicenda nell'ottobre 2014 e si era limitato a trasferire il parroco da Rozzano alla parrocchia di Legnano.

Al processo che ha visto oggi condannare l'ex sacerdote ne seguirà un altro presso il Tribunale Ecclesiastico, come confermato in queste ore dal portavoce dell'arcivescovo Mario Delpini.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO