Desirée Mariottini, preso a Foggia il quarto sospetto: è del Gambia

Si cercano anche altri complici e responsabili della morte della 16enne.

Omicidio di Desirée Mariottini arrestato quarto uomo

Nel primo pomeriggio di venerdì 26 ottobre 2018 è stata diffusa la notizia della cattura da parte della polizia del quarto uomo sospettato dell'omicidio di Desirée Mariottini, deceduta in via dei Lucani, nel quartiere San Lorenzo di Roma, dopo essere stata drogata e violentata da almeno quattro uomini.

Nei giorni scorsi sono stati catturati due senegalesi e un nigeriano, oggi è toccato al quarto, originario del Gambia, che era fuggito, infatti è stato preso a Foggia. Anche per lui le accuse sono di violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacenti e omicidio volontario con l'aggravante della crudeltà. Secondo le prime informazioni diffuse dalle agenzie di stampa, l'uomo era in possesso di circa dieci chilogrammi di marijuana ed è stato trovato nella baraccopoli che circonda il Cara - Centro richiedenti Asilo politico di Borgo Mezzanone, frazione di Manfredonia in provincia di Foggia.

Il nome del quarto arrestato non è stato ancora confermato, ma dovrebbe chiamarsi Youssef. La polizia ha fatto sapere che sta continuando le indagini a caccia di altri eventuali complici e responsabili. Alcune testimonianze, infatti, hanno parlato di 7-8 persone presenti accanto a Desirée nelle ore in cui è spirata. La sua agonia è stata molto lunga, dal pomeriggio fino a notte fonda, ma una richiesta di aiuto è partita solo intorno all'una di notte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO