Nuove tariffe per i bagagli di Ryanair e Wizz Air: stop dall'antitrust

L'antitrust ha bloccato i nuovi regolamento sui bagagli, che comportavano un aumento delle tariffe pattuite al momento dell'acquisto

L'Antitrust ha disposto, in via cautelare, la sospensione dei nuovi regolamenti sui bagagli decisi dalle compagnie aeree low-cost Ryanair e Wizz Air, che sarebbero dovuti entrare in vigore a partire da domani, 1 novembre. Raynair aveva deciso di cambiare la sua policy sui bagagli a mano, prevedendo una tariffa di 8 euro per i bagagli da 10kg da pagare al momento della prenotazione o, in alternativa, 10 euro da pagare online dopo l'acquisto del biglietto. Una cifra destinata a salire a 20 euro se il passeggero avesse voluto acquistare "la prenotazione bagaglio" direttamente in aeroporto, presso il banco deposito bagagli.

Ryanair aveva contestualmente annunciato che sarebbe stato possibile portare a bordo, gratuitamente, solo una piccola borsa da collocare sotto il sedile, cosa già consentita al netto del nuovo regolamento senza pagare alcuna somma. Secondo l'AGCOM "la richiesta di un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisce una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e vizia il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore".

Per questo motivo l'AGCOM ha intimato a Ryanair e Wizz Air di "sospendere provvisoriamente ogni attività diretta a richiedere un supplemento di prezzo - rispetto alla tariffa standard - per il trasporto del “bagaglio a mano grande” (trolley), mettendo gratuitamente a disposizione dei consumatori, a bordo o in stiva, uno spazio equivalente a quello predisposto per il trasporto dei bagagli a mano nell’aeromobile".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO