Morte di Riccardo Magherini, la Cassazione assolve i tre carabinieri



La Corte di Cassazione ha deciso oggi di assolvere i tre carabinieri accusati di omicidio colposo in relazione alla morte di Riccardo Magherini, il 40enne di Borgo San Frediano morto nella notte del 3 marzo 2014 mentre veniva arrestato dopo aver dato in escandescenze per strada.

I giudici hanno annullato la sentenza d'appello, che aveva condannato Vincenzo Corni a 8 mesi di carcere e Stefano Castellano e Agostino della Porta a 7 mesi di carcere, assolvendo di fatto i tre carabinieri perchè "il fatto non costituisce reato".

Magherini, secondo quanto emerso dall'autopsia, morì per "arresto cardiocircolatorio per intossicazione acuta da cocaina associata ad un meccanismo asfittico". Ai tre carabinieri veniva contestato di non essersi accorti della richiesta di aiuto del 40enne e di non averlo messo in posizione eretta in attesa dell'arrivo dei soccorsi, come ribadito anche nell'udienza di oggi dal pg della Cassazione, Felicetta Marinelli, che aveva chiesto la conferma della condanna per omicidio colposo.

I giudici, però, hanno ritenuto opportuno assolvere i tre carabinieri, rigettando quindi il ricorso della procura generale e quello dei familiari di Magherini, che chiedevano invece la condanna dei tre agenti con l'accusa, ben più grave, di omicidio preterintenzionale.

Corte Di Cassazione

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO