Reggio Emilia: incendio in palazzo, due morti e 40 feriti

reggio emilia incendio

AGGIORNAMENTO ORE 10:50 - Le due vittime del rogo divampato nel palazzo di Reggio Emilia sono marito e mogli di origine nordafricana. Risiedevano da anni nell’edificio e i loro corpi sono stati rivenuti sulle scale poiché probabilmente stavano tentando di fuggire. Le autorità fanno sapere che al momento risultano "dieci persone in codice rosso, di cui almeno due bambini di 3 e 6 anni, e altre quattro in codice giallo ricoverate all'ospedale di Reggio Emilia". Monta, intanto, la rabbia da parte della comunità marocchina della città: "Si sa da anni che quelle cantine sono occupate abusivamente e nessuno ha fatto nulla, queste sono vittime del degrado e della politica mal gestita dell'integrazione", le parole del rappresentante Abderrahim Mouloudj.

Reggio Emilia | Incendio in palazzo | Due morti

Reggio Emilia - Due persone sono morte e almeno 40 sono rimaste intossicate in seguito ad un incendio che è divampato nello scantinato di un edificio. Da lì le fiamme si sono sviluppate producendo molto fumo tale da essere avvertito in tutti e 4 i piani della palazzina sita in via Turri, nei pressi della stazione ferroviaria. Le due vittime sono state recuperate sulle scale, mentre altri 40 occupanti lo stabile sono rimasti intossicati. Serie le condizioni di una donna e tre minori, che si trovano ricoverati in ospedale in codice rosso.

Stando a quanto riferisce ‘Il Fatto Quotidiano’, i morti sono un uomo e una donna, mentre due dei tre minori sarebbero stati trasportati agli ospedali di Milano e Fidenza in camera iperbarica. Per domare le fiamme sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco di Reggio Emilia, Sant’Ilario e Guastalla, con due autoscale e un carro aria da Modena. Dei rilievi del caso, invece, se ne stanno occupando polizia e carabinieri. Nella zona, l’allerta è alto già da tempo per via delle cantine occupate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO