Roma: donna del clan Casamonica si riprende una casa confiscata

villa casamonica occupata

Roma - Ha violato i sigilli rioccupando una delle case abusive confiscate dalle autorità al Tuscolano: la protagonista è la donna di uno dei membri della famiglia dei Casamonica. Secondo quanto riferiscono dicerse agenzie giornalistiche, la donna ha prima divelto i sigilli posti dalle autorità, poi ha danneggiato la serratura della porta d’ingresso e si è poi sistemata all’interno della casa di proprietà di Giuseppe Casamonica, confiscata e liberata dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati lo scorso 17 luglio nel corso dell’operazione 'Gramigna'.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione Roma Tuscolana in collaborazione ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Piazza Dante, che hanno provveduto a denunciare la 19enne per occupazione abusiva di stabile confiscato. Secondo le prime ricostruzioni, sarebbe proprio la fidanzata del figlio di Giuseppe Casamonica. L'Agenzia Nazionale dei Beni sequestrati e confiscati, ente assegnatario dell'immobile, ha così provveduto a liberare nuovamente la casa, ripristinando la serratura ed apponendo nuovi sigilli.


Casamonica: il tweet di Virginia Raggi

“Roma è al fianco dell’Agenzia Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata - il tweet del sindaco Virginia Raggi - . Inaccettabile occupazione loro stabile da parte Casamonica. Grazie ai carabinieri per l’intervento. Istituzioni unite per legalità”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO