Chivasso, madre contro le maestre: "Meglio mio figlio bagnato di pipì che coi pantaloni rosa"

"Lo preferivamo pisciato, che sappiamo asciuga, a vestito da femmina e con le idee sull'identità di genere in conflitto"

bimbo all'asilo

Succede quotidianamente all'asilo: un bimbo non riesce a trattenere i bisogni, si lascia andare e le maestre sono costrette a cambiarlo coi vestiti che hanno a disposizione, lasciati dai genitori o conservati a scuola per le emergenze. In un asilo di Chivasso (TO), quella che voleva essere una gentilezza si è trasformata in una polemica con una delle madre. Il motivo: le maestre avevano messo al figlio un paio di pantaloni fucsia, gli unici che avevano a disposizione in quel momento.

I fatti risalgono al 7 dicembre scorso, quando il bimbo in questione non era riuscito a trattenere i suoi bisogni per più di una volta nel corso della giornata scolastiche. Le maestre, dopo aver terminato i cambi lasciati a disposizione dai genitori del bimbo, hanno preso un paio di pantaloni che tenevano da parte per le emergenze e li hanno messi al bimbo, conservando gli abiti sporchi in un sacchetto da riconsegnare poi alla famiglia.

Pochi giorni dopo, però, accade l'impensabile. La madre del bimbo arriva in classe con una lettera per le maestre:

Vi ringrazio per i pantaloni rosa e le mutandine che avete imprestato al bambino, dopo aver esaurito la scorta. Però le norme sociali non le abbiamo fatte noi. Lo preferivamo pisciato, che sappiamo asciuga, a vestito da femmina e con le idee sull'identità di genere in conflitto.

Nel 2018, quasi 2019, esiste ancora una certa mentalità che associa il colore dell'abbigliamento all'orientamento sessuale. Una mentalità così ristretta che preferirebbe il proprio figlio costretto ad indossare pantaloni bagnati di pipì - che, è vero, poi asciugano, ma per l'odore di pipì si può fare ben poco - e continuare a socializzare coi compagni di classe mentre diffonde in giro olezzo di urina piuttosto che fargli indossare dei pantaloni di colori considerati "da femmina".

Foto | iStock

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO