Niente rimborsi per le bollette a 28 giorni. Consumatori: "una vergogna"

stop rimborsi bollette 28 giorni fatturazione mensile

Stop ai rimborsi per le bollette a 28 giorni. A decretarlo è il Consiglio di Stato, organo di ultimo grado della giurisdizione amministrativa, che con la decisione di oggi dice sì alle richieste di Telecom Italia, Vodafone, Wind e Fastweb di sospendere i rimborsi per le bollette a 28 giorni.

"Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale accoglie l'istanza cautelare e, per l'effetto, sospende l'esecutività del dispositivo impugnato". Una decisione quella del Consiglio di Stato che arriva pochi giorni prima del termine stabilito per rimborsare gli utenti, fissato al 31 dicembre 2018.

Sul piede di guerra le associazioni dei consumatori che parlano di "una vergogna e una ingiustizia" a scapito degli utenti, ricordando i soldi che le compagnie telefoniche "hanno indebitamente percepito violando le delibere".

Bollette a 28 giorni, dopo le multe lo stop ai rimborsi

Dopo le salate multe comminate agli operatori dall'Agcom, per le compagnie di tlc sotto l'albero arriva quindi una buona notizia. Era stata la stessa Agcom con una delibera del 6 giugno di quest'anno (269/18/CONS), pubblicata il 3 luglio, a stabile il termine del 31 dicembre 2018 per i rimborsi delle bollette a 28 giorni dopo aver decretato l'illegittima anticipazione della decorrenza delle fatture emesse dopo il 23 giugno 2017.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO