Monterotondo, circoncisione finisce male: morto un bimbo, migliorano le condizioni del fratellino

Il sedicente medico che li ha operati è stato arrestato dalla polizia.

Circoncisione finita male a Monterotondo

24 dicembre 2018 - Stanno migliorando, seppur lentamente, le condizioni del bimbo nigeriano rimasto gravemente ferito dopo una circoncisione praticata da un sedicente medico. Suo fratello gemello, ne abbiamo dato notizia ieri, non era sopravvissuto all'intervento, deceduto dopo aver perso troppo sangue.

Il bimbo sopravvissuto resta ricoverato in terapia intensiva pediatrica dell'ospedale Sant'Andrea di Roma, ma i suoi parametri vitali sarebbero migliorati in queste ultime ore e sarebbero ora stabili.

Intanto l'uomo che ha praticato la circoncisione, fermato ieri per essere interrogato, è stato arrestato con l'accusa di omicidio preterintenzionale, lesioni gravissime ed esercizio abusivo della professione medica. Si tratta di un cittadino americano di origini libiche di 66 anni.

Monterotondo, circoncisione finisce male: morto un bimbo

A Monterotondo, vicino a Roma, una tragedia è avvenuta in un centro d'accoglienza che l'Arci Roma gestisce con il comune dal 2009. A causa di una circoncisione rituale eseguita male, un bambino è morto e un altro è in gravi condizioni. Secondo alcune fonti il bimbo deceduto avrebbe due anni e l'altro sarebbe il suo gemello, secondo l'Ansa, invece, il piccolo che non ce l'ha fatta aveva cinque anni e l'altro sette.

A circonciderli sarebbe stato un sedicente medico, loro connazionale, che ora è stato fermato dalla polizia ed è sottoposto a interrogatorio. L'uomo avrebbe eseguito la circoncisione prima su uno dei due bambini, poi sull'altro.

A un certo punto è apparso chiaro che i due bimbi stessero male e così è stato chiamato il 118. Per uno dei due non c'è stato nulla da fare perché aveva perso troppo sangue, ora anche l'altro bimbo è ricoverato e la sua situazione appare grave.

L'Arci di Roma ha diffuso una nota in cui scrive:

"Abbiamo appreso con sgomento della morte di un bambino e delle gravi condizioni del gemello a Monterotondo. Si tratta di due bambini ospiti in un centro d'accoglienza che l'Arci gestisce con il comune di Monterotondo dal 2009. È una tragedia che lascia senza parole e attendiamo con ansia dai medici notizie del secondo bambino. Aspettiamo che gli inquirenti accertino la verità"

L'Arci ha anche detto che "laddove fossero accertate responsabilità di persone che hanno provocato la morte del bambino, costituirsi parte civile".

Intanto la Procura di Tivoli ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di omicidio per il bimbo morto e di lesioni gravissime per l'altro. Il procuratore capo Francesco Menditto ha messo a lavoro sul caso sia il pm di turno sia uno specializzato in violenze di genere e contro i minori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO