Catania, due nuove scosse di terremoto nella notte: sciame sismico ed eruzione in corso

nuove scosse terremoto-catania-09.jpg

Nella notte due nuove scosse di terremoto di magnitudo 2.9 sono state registrate in Provincia di Catania. I base ai rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) la prima scossa si è verificata alle 00:36 con epicentro vicino ad Adrano mentre la seconda è avvenuta alle 4:12 con epicentro vicino Ragalna e Zafferana Etnea, uno dei centri più colpiti dal sisma del 26 dicembre scorso, di magnitudo 4.8. Le due scosse di terremoto della scorsa notte non hanno provocato danni o feriti.

Sciame sismico, a cosa è dovuto

Lo sciame sismico non dà quindi tregua alla zona etnea. Ecco come lo spiega il presidente del Consiglio nazionale dei geologi Francesco Peduto al Sole 24 Ore:

"Le scosse? Sono dovute all’attività vulcanica dell’Etna indubbiamente. Anche la profondità a solo un km dalla superficie fa capire chiaramente che si tratta di terremoti di origine vulcanica e non sismica. Purtroppo su queste cose non è possibile fare delle previsioni. Come diciamo sempre noi è il motivo per cui è necessaria la prevenzione. Lo sciame sismico è in corso, come è in corso anche l’eruzione. E possiamo aspettarci che ci siano ancora delle scosse di una certa entità, avvertite dalla popolazione. Ovviamente l’auspicio di tutti noi è che lo sciame sismico vada rapidamente a regredire, ma non abbiamo nessuna certezza in merito".

Terremoto sull'Etna, 784 gli sfollati

Come informa il Giornale di Sicilia secondo l'ultimo bilancio aggiornato degli sfollati fatto dalla Protezione civile sono 784 le persone rimaste senza un tetto a causa dei danni provocati dal terremoto sull'Etna del giorno Santo Stefano. 658 sfollati sono ospiti in alberghi e strutture ricettive, due sono ospitati in una struttura pubblica mentre tutti gli altri hanno provveduto autonomamente a trovarsi una sistemazione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO