È morto Pawel Adamowicz, sindaco di Danzica, accoltellato a un evento di beneficenza

L'aggressore avrebbe sofferto in passato di disturbi mentali.

Pawel Adamowicz, 53 anni, sindaco di Danzica ed esponente dell'opposizione del governo nazionalconservatore polacco di Jaroslaw Kaczynski, è morto in seguito all'accoltellamento subito ieri sera, 13 gennaio, durante un evento di beneficenza, un concerto a cui prendevano parte migliaia di persone per la raccolta fondi della fondazione Wosp (Grande orchestra caritatevole di Natale), fondi da usare per comprare attrezzature ospedaliere.

Decine di cittadini oggi erano andati all'ospedale presso cui era ricoverato e dove si è spento per donare il sangue, nella speranza di poterlo salvare, ma i loro sforzi sono stati vani. Ad accoltellarlo è stato un 27enne di nome Stefan W., che, secondo il viceministro dell'Interno Jaroslaw Zielinsk in passato ha avuto disturbi mentali.

Le forze dell'ordine stanno indagando per capire come l'aggressore, che era uscito dal carcere da pochissimo dopo aver scontato una condanna per rapina a mano armata in una banca, sia riuscito a ottenere un pass per la stampa e ad accedere al palco dell'evento. Proprio lì, infatti, ha accoltellato più volte il sindaco, gridando "Adamowicz è morto" e dicendo di essere stato torturato in carcere negli anni in cui il partito di Adamowicz, Piattaforma Civica, è stato al potere tra il 2007 e il 2015.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO