Nairobi, assalto a hotel di lusso: il bilancio sale a 15 morti

Attacco rivendicato dai terroristi islamici somali al-Shabaab.

I terroristi islamici somali al-Shabaab che ieri hanno assaltato l'hotel di lusso DusitD2 di Nairobi sarebbero ancora asserragliati all'ultimo piano dell'albergo dopo aver seminato 15 morti e una trentina di feriti. Tra le vittime ci sarebbe anche un cittadino statunitense, mentre tra i feriti gravi c'è una donna incinta.

Ieri sera il ministro dell'Interno Fred Matiang'i ha detto che la situazione è sotto controllo, ma intanto l'albergo non è stato ancora completamente liberato dai terroristi, che potrebbero avere altri ostaggi. Il blitz delle forze dell'ordine va avanti e oltre agli agenti keniani ci sono anche quelli delle forze di sicurezza americane e britanniche.

Per quanto riguarda gli italiani, per ora la Farnesina non ha confermato la presenza di nostri concittadini nell'hotel, ma le verifiche sono ancora in corso. Intanto sono state evacuate decine di keniani e cittadini di altre nazionalità che erano nell'albergo al momento dell'assalto.

Come è avvenuto l'assalto


Secondo una prima ricostruzione dell'assalto all'hotel DusitD2 di Nairobi, i terroristi si sono fatti aprire la strada da un kamikaze, che si è fatto esplodere, poi, armati e a bordo di un'auto, hanno sfondato il checkpoint del centro commerciale Westlands, al cui interno c'è l'albergo. Una volta entrati nella lobby hanno cominciato a sparare all'impazzata e hanno anche usato delle granate.

A Westlands c'è stato un altro grave attentato nel 2013, sempre da parte dei miliziani di al-Shabaab, nel centro commerciale Westgate. Ben 67 persone in quell'occasione persero la vita. I terroristi hanno preso come bersaglio il Kenya da quanto quest'ultimo ha mandato il proprio esercito in Somalia nell'ottobre 2011.

Ieri, 15 gennaio 2019, giorno dell'assalto all'hotel DusitD2, era anche il terzo anniversario dell'attacco alla base dell'esercito AMISOM a conduzione kenyana nella città di El Adde, in Somalia, il più feroce della storia della missione di sostegno alla pace e anche la più grande sconfitta delle forze di difesa del Kenya dall'indipendenza ottenuta nel 1963, con almeno 141 vittime.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO