Burkina Faso, Luca Tacchetto ed Edith Blais potrebbero esser stati rapiti

Luca Tacchetto scomparso

Prende sempre più corpo l'ipotesi che Luca Tacchetto ed Edith Blais, i due giovani svaniti nel nulla lo scorso dicembre mentre si trovavano in Burkina Faso, siano stati sequestrati. Non ci sarebbero certezze al momento - o almeno i dettagli non sono stati resi pubblici - ma sembra che in queste ore ci siano stati dei contatti coi presunti rapitori e che sarebbero state inoltrate delle richieste di riscatto, ancora tutte da verificare.

Il Ministro degli Esteri italiano sta mantenendo il massimo riserbo sulla vicenda e lo stesso stanno facendo le autorità canadesi, dopo che due ministri dell'esecutivo di Justin Trudeau hanno incontrato i familiari di Edith Blais. La Procura di Roma, intanto, sta procedendo col reato di sequestro di persona a scopo di terrorismo, mentre all'inizio aveva aperto un fascicolo senza indagati né ipotesi di reato.

Luca Tacchetto, 30 anni, e la sua amica Edith Blais, cittadina canadese di 33 anni, sono svaniti nel nulla lo scorso 15 dicembre, mentre stavano lavorano per la Ong Zion Gaia ad un progetto di riforestazione, anche se sembra che il loro ultimo avvistamento sia avvenuto almeno una settimana dopo ad Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, a circa 50 chilometri dal luogo da cui erano spariti.

Il Primo Ministro del Canada Justin Trudeau ha seguito la linea della cautela, ma rispondendo alle domande dei giornalisti ha riferito ieri che "da tutto quello che so finora è che crediamo sia viva" riferendosi ad Edith Blais.

La famiglia di Luca Tacchetto, intanto, è in contatto con la Farnesina:

O è stato rapito o inghiottito da un gorgo dove non si trova più niente. La cosa più probabile è che sia stato rapito per fini politici o economici. Secondo noi non da jihadisti, da gente che fa terrorismo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO