Allarme dell’Oim: "I 144 migranti portati in un centro di detenzione"

migranti oim libia tripoli

I 144 migranti salvati domenica non sono stati destinati ad un porto sicuro. Lo afferma il portavoce dellʼOrganizzazione internazionale per le migrazioni: "I 144 migranti, comprese donne incinte e bambini, che erano stati salvati domenica pomeriggio nel Mediterraneo dal cargo Lady Sham - scrive su Twitter Flavio di Giacomo, portavoce dell’Oim - , sono stati trasferiti in un centro di detenzione in Libia". Lo stesso Di Giacomo ha poi aggiunto che molti dei migranti soccorsi "erano in cattive condizioni fisiche" e inoltre che "la Libia non è un porto sicuro dove dovrebbero essere portate persone salvate in acque internazionali".

Salvini: "Più persone partono più persone muoiono"

Non si è fatta attendere la replica del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che stamane è stato ospite di Mattino 5: "I migranti - ha sottolineato il titolare del Viminale - si salvano, come ha fatto la guardia costiera libica, e si riportano indietro così la gente smetterà di pagare gli scafisti per un viaggio che non ha futuro, perché finisce o con la morte o con un'esistenza per le strade italiane". Il vicepremier del governo Conte, ha poi ribadito che fino a quando sarà sulla propria poltrona non consentirà mai più alle navi delle Ong e ai barconi di migranti di accedere ai porti italiani. "Più persone partono più persone muoiono. Chi vuole bene all'Africa fa di tutto perché non partano", ha aggiunto Salvini.

"Barchini e barconi - ha insistito ancora il ministro - devono chiedere l'autorizzazione ad attraccare ad un porto italiano e quell'autorizzazione la deve dare il ministero dell'Interno, ma quell'autorizzazione il ministro dell'Interno non la firma". Quanto alla polemica tra la Francia e l'altro vicepremier Luigi Di Maio, Salvini si schiera ovviamente dalla parte del collega: "Il problema dei migranti ha tante cause, c'è chi in Africa sottrae ricchezza a quei popoli e a quel continente e la Francia è tra questi".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO