Viterbo: 13 arresti per mafia, sgominato clan legato alla 'ndrangheta

Arresti mafia viterbo carabinieri

Sono 13 gli arresti per mafia eseguiti stamattina dai carabinieri di Viterbo. I militari dell'Arma hanno eseguito le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Viterbo insieme a numerose perquisizioni a carico degli indagati su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Roma. Il gruppo colpito dal blitz di oggi sarebbe legato ad ambienti di 'ndrangheta. L'organizzazione secondo Il Tempo "faceva capo" a un calabrese e a un cittadino albanese.

Su 13 arrestati 11 sono finiti in carcere e 2 agli arresti domiciliari. Le accuse mosse a vario titolo agli indagati sono di associazione di tipo mafioso, estorsioni, incendi, danneggiamenti, furti, tentate rapine, lesioni personali, favoreggiamento personale, illecita concorrenza con violenza o minaccia, detenzioni di armi da sparo.

Il sodalizio criminale si era imposto a Viterbo e provincia con la violenza. Diverse le aggressioni e gli atti intimidatori, tra cui l'incendio di un'auto dei carabinieri, per affermare il controllo sul territorio da parte del clan. Tra le intimidazioni anche teste di agnello mozzate, lumini funebri e scritte minatorie sulle vetrine di negozi e attività commerciali.

L'organizzazione, sempre secondo gli inquirenti, oltre a essere impegnata nel traffico di droga controllava tutta una serie di attività economiche, dai locali notturni ai negozi compro oro fino alle ditte di trasloco. Alcuni degli arrestati erano addetti al recupero crediti. L'operazione contro la mafia viterbese è stata messa a segno dai carabinieri del Comando provinciale con l'aiuto del Raggruppamento aeromobili di Pratica di Mare e dell'ottavo Reggimento Lazio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO