Caserta, fermato il pirata della strada che ieri ha ucciso 2 immigrati in bicicletta

Il presunto responsabile è stato individuato ed arrestato: è un italiano di 42 anni

È stato individuato ed arrestato il presunto responsabile dell'incidente stradale che ieri mattina è costato la vita a due giovanissimi immigrati di 19 e 20 anni, ospiti presso un centro di accoglienza a Casaluce, entrambi regolari sul territorio nazionale. I due, originari rispettivamente di Senegal e Guinea, sono stati travolti e uccisi mentre viaggiavano in bicicletta sull'Appia, nel comune di Teverola (Caserta). A ritrovare i loro corpi senza vita è stato un passante che ha avvertito le forze dell'ordine.

Chi li ha investiti, invece, non si è fermato a prestare loro soccorso. Grazie alle immagini estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza di alcuni locali della zona, carabinieri e polizia sono riusciti ad individuare un'auto, una Bmw X3, e a risalire quindi al suo proprietario Antonio Corvino, un casertano di 42 anni.

L'auto dell'uomo è stata rintracciata presso una carrozzeria di Caserta prima che venisse riparata. È stato così possibile sottoporla a sequestro e quindi ai rilievi tecnici del caso. Molti gli indizi a carico dell'uomo, condotto nella serata di ieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO