Vibo Valentia: altri due arresti per l'omicidio di Francesco Fiorillo. Forse una vendetta per pedofilia

L'omicidio è avvenuto il 15 dicembre del 2015, questa mattina sono state arrestate due persone.

Arresti a Vibo Valentia per omicidio di Francesco Fiorillo forse pedofilo

Questa mattina a Vibo Valentia sono state arrestate altre due persone nell'ambito dell'indagine sull'omicidio del venditore ambulante Francesco Fiorillo avvenuto il 15 dicembre 2015. Un primo arresto era avvenuto nel marzo del 2018 ai danni del 26enne Antonio Zuliani. Quest'ultimo era stato incastrato dal Dna trovato su un guanto in lattice lasciato sul luogo del delitto.

I due arresti di oggi, invece, scaturiscono dalle indagini sui movimenti effettuati dall'automobile di uno dei due sospettati, sulla quale era installato un Gps da una società di assicurazioni.

I movimenti dell'auto sarebbero compatibili con gli spostamenti fatti dagli assassini di Fiorillo, che fu ucciso mentre entrava in casa propria, dopo che aveva parcheggiato la sua auto. Gli omicidi erano nascosti dietro un cespuglio e gli spararono, uccidendolo sul colpo.

L'omicidi di Francesco Fiorillo e il giro di pedofilia

Il movente dell'omicidio di Francesco Fiorillo sarebbero le tendenze pedofile dell'uomo, che avrebbe tentato di adescare dei minori imparentati con i suoi aguzzini, i quali, dunque, avrebbero agito per vendetta.

Dalle indagini sull'uccisione di Fiorillo è scaturita un'altra inchiesta, portata avanti dal Commissariato di Vibo Valentia, un'operazione chiamata "Settimo Cerchio", che è servita a stroncare un giro di pedofilia nella quale era coinvolto anche un prete.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO