Polizia francese usa spray urticante sul treno Ventimiglia-Nizza per "stanare" i migranti

migranti polizia francese treno

Polizia francese attiva al confine con l’Italia: l’intervento degli agenti transalpini sta scatenando ancora una volta polemiche. Intorno alle 7, la gendarmeria è salita presso la stazione di Mentone sul treno partito da Ventimiglia e diretto a Nizza per far uscire alcuni migranti chiusi in uno dei bagni del convoglio. Per provare a stanarli, i poliziotti francesi hanno così deciso di utilizzare lo spray urticante, che però ha raggiunto anche alcuni viaggiatori presenti in carrozza, provocando loro tosse bruciori vari.

Secondo quanto riferiscono alcune passeggeri presenti sul treno Ventimiglia-Nizza, gli agenti hanno prima provato a forzare la porta della toilette usando una tronchese, poi hanno adoperato l’ormai celeberrimo spray al peperoncino per farli uscire dal bagno. La stazione di Mentone è la prima in territorio francese dopo il superamento del confine: "Andavo a Monaco. Prima della stazione di Garavan, il treno si è fermato per una decina di minuti. In stazione sono saliti i poliziotti, che come al solito, hanno chiesto i documenti a tutti. Pochi minuti dopo abbiamo iniziato a starnutire e a tossire - il racconto di una passeggera - . A distanza di tre ore sento ancora i bruciori. Un gruppo di ragazzi pensava fosse un brutto scherzo, ma non ci si può comportare così e se qualcuno fosse allergico?".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO