Traffico di droga: operazione della Dia tra Sicilia e Calabria, 32 arresti

dia arresti mafia sicilia calabria

La Dia (Direzione investigativa antimafia) ha avviato alle prime luci dell’alba un’operazione che ha portato a 32 arresti tra le province di Agrigento, Palermo, Trapani, Catania, Ragusa, Vibo Valentia e Parma. Le accuse sono di associazione mafiosa, associazione per delinquere dedita al traffico e allo spaccio di droga, detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato e danneggiamento. L’operazione denominata Kerkent ha portato allo smantellamento di uno strutturato gruppo criminale armato la cui base si trovava ad Agrigento, ma aveva ramificazioni nel Palermitano e nella provincia di Vibo Valentia (Calabria), e si occupava di organizzare operativamente e logisticamente il traffico degli stupefacenti.

Tra gli arrestati, secondo quanto riferisce TGcom, ci sono anche Antonio Massimino, il figlio Gerardo, James Burgio, Gabriele Miccichè, Marco Clemente, Andrea Puntorno. Puntuorno è noto anche per essere uno dei leader dei "Bravi ragazzi" gruppo organizzato del tifo Juve, che già in passato aveva avuto problemi con la giustizia. Nei suoi confronti le accuse sono legate al traffico di droga e nulla hanno a che fare con la curva bianconera.

Gli arrestati calabresi, secondo quanto riferisce IlVibonese, sono invece Gregorio Niglia, 36 anni, e Francesco Romano, 33 anni, entrambi di Briatico. Niglia è tra l’altro coinvolto anche nell’operazione "Stammer 2" che ha bloccato un massiccio traffico di droga tra l’Italia e l’Albania.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO