Rapinatore ucciso a Palermo in colluttazione con gestore minimarket

ucciso rapinatore palermo

AGGIORNAMENTO - Il rapinatore ucciso la scorsa notte in un minimarket del centro storico di Palermo sarebbe rimasto vittima di un violenta colluttazione con il gestore e un dipendente dello stesso negozio che avrebbero reagito al tentativo di furto.

La persona uccisa non è stata ancora identificata ma sarebbe di nazionalità magrebina. Quando la polizia è arrivata sul posto, ha trovato il rapinatore ucciso disteso sul pavimento. Poco distante un bastone sporco di sangue e dei cocci di una bottiglia di vetro in frantumi.

Il gestore del minimarket e il dipendente sono rimasti lievemente feriti nella lite. La polizia li ha ascoltati e ha acquisito le immagini riprese da una telecamera di sorveglianza al fine di ricostruire l’omicidio del rapinatore e le relative responsabilità.

Palermo, rapinatore ucciso in un minimarket

Un rapinatore è rimasto ucciso la scorsa notte a Palermo in un minimarket del centro storico, in via Maqueda. Durante il tentativo di rapina sono rimaste ferite altre due persone, un cliente e un dipendente dell’esercizio commerciale secondo le prime informazioni. Non è ancora chiaro se ci sia stata una vera e propria sparatoria mentre l’identità della vittima non è ancora nota.

Dato l’allarme, nel minimarket, gestito da cittadini del Bangladesh, sono giunti gli agenti della scientifica e della squadra mobile della questura di Palermo che hanno avviato le indagini per risalire all’esatta dinamica dell’accaduto.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO