Confiscati beni per 1,5 milioni agli eredi di Riina

I Carabinieri del Ros in collaborazione con la compagnia di Corleone hanno questa mattina dato esecuzione ad un decreto di confisca nei confronti di Antonina Bagarella, Giuseppe Salvatore Riina, Maria Concetta Riina, Lucia Riina, Giovanni Riina e Antonino Ciavarello. I beni confiscati oggi erano già stati sottoposti a sequestro nel luglio 2017. Si tratta, nel dettaglio, di: una villa a Mazara del Vallo (Trapani) intestata ad un prestanome; 17 conti correnti; una quota societaria della Clawstek Srl, pari al 95% del capitale (5700 euro); una quota pari al 100% della Rigenertek Srl; una quota pari al 100% della AC Service Srl. Le quote societarie in questione appartenevano ad Antonino Ciavarello, genero di Totò Riina.

Il Tribunale di Palermo ha evidenziato come "gli investimenti eseguiti nel tempo sono avvenuti in uno stato di profonda sperequazione, il cui saldo finale progressivo ammonta a ben 448 mila euro". Contestualmente è stata applicata l'amministrazione giudiziaria per l'Azienda Agricola Santuario Maria SS. del Rosario di Tagliavia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO