Filma la figlia e poi manda il video a un pedofilo: il marito la denuncia

filma figlia pedofilo

Treviso - Una mamma ha spinto la figlia allora 13enne a masturbarsi davanti ad una videocamera e poi ha inviato il filmato realizzato ad un pedofilo. A denunciare la donna, seppur con ritardo, è stato il padre della ragazza: i fatti risalgono all’anno 2012 e la ragazza che oggi ha 20 anni si è dovuta sottoporre ad un lungo percorso di riabilitazione, mentre ai genitori è stata tolta la potestà genitoriale.

A riportare la notizia è la Tribuna di Treviso. A settembre del 2012 l’uomo individua sul computer condiviso con la moglie due video pornografici. Uno realizzato durante la vacanza con la figlia in Croazia di poche settimane prima, mentre nell’altro la donna viene ripresa durante una scena di sesso orale con un altro uomo. Il materiale video è stato a sua volta inviato ad un uomo di Napoli, cui è stato sequestrato il pc all’interno del quale la polizia postale ha individuato foto e video pedopornografici. Ad inviare alcuni file al pedofilo sarebbe stata la stessa madre dell’allora 13enne.

Secondo quanto emerso dalle indagini, la questione è rimasta all’interno della famiglia per mesi, poiché l’uomo avrebbe informato solamente la suocera delle abitudini della compagna. Perfino i servizi sociali, che seguivano la ragazza per alcuni problemi comportamentali, erano all’oscuro di tutto. A giugno del 2013, però, finalmente l’uomo si decide a chiedere aiuto chiedere aiuto presso l’ufficio dell’assessore al sociale.

A quel punto, è stato proprio l’assessore a convincere l’uomo a sporgere denuncia: "Si è presentato con un tablet - le parole riportate dalla Tribuna di Treviso - e mi ha fatto vedere i video, sono rimasto sconvolto sia per il contenuto sia per la superficialità con cui mi ha mostrato due video hard con moglie e figlia". Le indagini sono partite subito e alla coppia è stata tolta la potestà genitoriale, mentre il destinatario dei file pedopornografici è stato subito individuato e raggiunto dalla polizia. La ragazza, oggi 20enne, sta uscendo da questa storia di degrado grazie al supporto di comunità e famiglia che l’hanno presa in affido.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO