Fumo dal motore di un Boeing 737, emergenza all’aeroporto di Treviso

Allarme all’aeroporto di Treviso dove un Boeing 737 della Ryanair ha chiesto l'attivazione del piano d'emergenza alla torre di controllo dello scalo "Antonio Canova" per l’improvvisa fuoriuscita di fumo dal motore durate la fase di atterraggio.

170 i passeggeri a bordo del volo, proveniente da Napoli. Il Boeing è comunque atterrato regolarmente alle 7:54 di stamattina e non ci sono state conseguenze o ritardi per il traffico aereo generale dello scalo. I vigili del fuoco intervenuti all’aeroporto di Treviso hanno spiegato che a causare l’anomalia sarebbe stata la perdita di olio da una turbina.

L’aereo, non potendo più ripartire per Napoli, è stato sostituito da un altro che ha imbarcato i passeggeri diretti a Napoli.

I due gravi incidenti Boeing degli ultimi mesi

Ricordiamo che dopo i due gravi incidenti che hanno coinvolto due Boeing 737 nel giro di pochi mesi - il 10 marzo scorso in Etiopia, con 157 morti, e a ottobre 2018 in India con altre 189 vittime - l’omonima società che produce questo tipo di velivoli aveva annunciato una revisione dei sistemi di sicurezza.

Sotto accusa è finito in particolare un software di controllo che abbassa in automatico il muso dell’areo per evitare che vada in stallo. Cina ed Etiopia intanto hanno deciso di lasciare a terra tutti i Boeing in attesa delle verifiche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO