Arrestato funzionario del Ministero della Salute: ha sottratto quasi 1,5 milioni di euro

manette

Un uomo di 55 anni, funzionario presso il Ministero della Salute, è stato arrestato in queste ore a Roma dalla Guardia di Finanza con l'accusa di peculato: nel corso di questi ultimi anni sarebbe riuscito a trasferire sul proprio conto quasi 1,5 milioni di euro, la maggior parte dei quali spesi per il gioco d'azzardo in diversi locali della Capitale.

Le indagini hanno permesso di accertare che l'uomo, impiegato nella Direzione Generale del personale, dell’organizzazione e del bilancio, avrebbe sfruttato la sua profonda conoscenza del sistema di rimborsi per le spese di viaggio sostenute dai dipendenti del Ministero per falsificare quelle note e far confluire i pagamenti sul proprio conto personale.

Ben 1.395.000 euro che il 55enne avrebbe sottratto in modo illecito al Ministero della Salute prima di aver beccato. Da un lato l'uomo faceva accreditare sul proprio conto i rimborsi di altri dipendenti, ma in molti casi era arrivato anche a creare da zero note per viaggi mai sostenuti e ad ottenerne la liquidazione a proprio favore.

Quei soldi sarebbero stati spesi in gran parte per il gioco d'azzardo, mentre una parte sarebbe stata trasferita ad alcuni familiari. Contestualmente all'arresto dell'uomo, la Guardia di Finanza ha eseguito il sequestro di conti, beni mobili e immobili per un valore complessivo di 200 mila euro.

Via | iStock

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO