Roma, raid razzisti contro immigrati: presi tre minorenni - VIDEO

Sono stati identificati e arrestati a Tor Bella Monaca, quartiere popolare di Roma, i tre adolescenti che dall'inizio di marzo avevano seminato il panico tra i cittadini stranieri residenti nella Capitale, con almeno quattro aggressioni di stampo razzista ai danni di altrettante persone.

I tre - due romani di 16 e 17 anni e un cittadino romeno di 16 anni - erano stati soprannominati "la banda del bus" e agivano sempre nello stesso modo: accerchiavano chi all'apparenza non sembrava italiano - le vittime erano sempre di colore - a bordo di un autobus mezzo vuoto, lo accerchiavano e dopo averlo insultato con epiteti razzisti lo aggredivano fisicamente con calci e pugni.

Le indagini si sono intensificate dopo la brutale aggressione del 13 marzo scorso ai danni di un cittadino del Bangladesh di 41 anni, pestato a sangue a bordo di un autobus della linea 056. Il pestaggio è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza installate sul mezzo e i tre, anche grazie alla denuncia della vittima che ha ricevuto 20 giorni di prognosi dopo la rottura del setto nasale, sono stati identificati.

Da lì si è riusciti ad attribuire al gruppetto di violenti razzisti altre tre aggressioni simili, compiute ai danni di due cittadini del Bangladesh di 25 e 34 anni e di un cittadino indiano di 32 anni, tutte avvenuto a bordo di autobus.

I tre, già noti alle forze dell'ordine nonostante la giovane età, sono accusati di tentata rapina in concorso e lesioni aggravate dalla discriminazione razziale. Per due di loro è stato disposto il collocamento in una comunità, mentre il terzo è stato soltanto denunciato a piede libero.

L'esecutivo di Giuseppe Conte, intanto, continua a negare l'esistenza di un'emergenza razzismo in Italia.

aggressione razzista Roma

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO