Ethiopian Airlines, la tragedia fu provocata da un difetto del software del Boeing 737 Max

scatola nera del Boeing 737 Max

I piloti del volo ET302 della Ethiopian Airlines precipitato lo scorso 10 marzo poco dopo il decollo dall'aeroporto di Addis Abeba, non avrebbero potuto evitare la tragedia. Lo confermano i risultati preliminari delle indagini sull'incidente aereo che ha portato allo stop di tutti i Boeing 737 Max in servizio in tutto il Mondo.

I risultati, anticipati oggi dalla Ministra dei Trasporti dell'Etiopia, Dagmawit Moges, nel corso di una breve conferenza stampa ad Addis Abeba, confermano quanto già emerso nelle ultime settimane: non si è trattato di un errore umano. I due piloti, tra le 157 vittime, hanno eseguito tutte le procedure di emergenza, senza però riuscire a disattivare il controllo automatico e riprendere così il controllo dell'aeromobile:

I piloti hanno tentato varie volte di disattivare il controllo automatico del volo, che ha spinto l'aereo in picchiata pochi minuti dopo il decollo.

Stando a queste prime informazioni, però, il rapporto preliminare non fornisce una causa dell'incidente né un'analisi dettagliata del volo. Per quelle sarà necessario attendere la conclusione delle indagini nelle prossime settimane.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO