Napoli, omicidio davanti alla scuola: sette arresti

agguato a Napoli

5 maggio 2019 - Sono 7 gli arresti eseguiti oggi a Napoli per l’omicidio di Luigi Mignano, avvenuto il 9 aprile davanti a una scuola. Gli arrestati sono ritenuti dagli inquirenti membri del clan camorristico D'Amico-Mazzarella. Il blitz di oggi è stato messo a segno congiuntamente da polizia e carabinieri i quali hanno anche arrestato 5 presunti esponenti del clan Formicola che, come riporta Rainews24, sono considerati responsabili degli omicidi dei fratelli Massimo e Salvatore Petriccione, uccisi rispettivamente a giugno 2002 e a marzo del 2004.

Napoli, agguato davanti alla scuola: un morto e un ferito

9 aprile 2019 - Agguato mortale questa mattina davanti a una scuola nel rione Villa di Napoli, nella periferia est della città. Erano da poco passate le 8.30 quando i killer sono entrati in azione e hanno aperto il fuoco contro Luigi Mignano, 57 anni, che stava accompagna a scuola il nipote insieme al figlio Pasquale, di 32 anni.

L'uomo è stato raggiunto da diversi colpi ed è deceduto sul colpo, mentre il figlio 32enne è stato ferito alle gambe e si trova ora ricoverato all'Ospedale del Mare. Illeso il bimbo, figlio di Pasquale, che ha assistito impotente alla scena così come altri genitori che in quel momento stavano accompagnando a scuola i propri figli.

Stando a quanto si è appreso, sembra che il reale obiettivo dei killer non fosse il 57enne, ma suo figlio Pasquale. Le indagini e i rilievi sono ancora in corso, così come le ricerche dei killer che si sono dileguati subito dopo aver compiuto l'agguato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO