Bari: professore nei guai, sesso e soldi dalle studentesse per superare l'esame

professore sesso soldi esame

La Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di un professore barese di 46 anni che avrebbe concesso a due studentesse il superamento del suo esame in cambio di sesso e soldi. Le accuse nei suoi confronti sono di concussione, tentata concussione, violenza sessuale aggravata e tentata violenza sessuale per fatti relativi agli anni 2011-2015. Secondo quanto risultato dalle indagini, il docente avrebbe ottenuto prestazioni sessuali e da una delle due studentesse anche soldi per superare l’esame.

Le indagini sono state condotte dal pm Marco D'Agostino: tra maggio 2014 e gennaio 2015, il titolare della cattedra di Diritto civile del dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Bari avrebbe costretto una studentessa di 23 anni a subire atti sessuali nel suo studio privato ed in seguito di averle chiesto ulteriori rapporti sessuali per consentire il normale proseguimento degli studi, ed infine la somma di 500 euro ad esame. Per il superamento dell’esame di “diritto civile”, inoltre, dopo aver tentato di abusare sessualmente della studentessa, il docente si sarebbe fatto consegnare la cifra di 1.000 euro.

La concussioni contestate al professore universitario, si legge nelle carte di cui riferisce Leggo, sarebbero avvenuto “sotto la esplicita minaccia di impedirle la prosecuzione degli studi universitari o comunque di frapporre ostacoli al suo corretto svolgimento”. Il docente, infatti, vantava la propria influenza in ambito universitario e si diceva in grado di condizionare “grazie alla sua posizione accademica e alle conoscenze dirette con diversi altri docenti, il buon esito degli ulteriori esami che la ragazza avrebbe sostenuto”.

Il precedente del 2011

Nel 2011, invece, lo stesso professore avrebbe tentato di ottenere prestazioni sessuali da un’altra studentessa quando era titolare della cattedra di Diritto privato della facoltà di Giurisprudenza dello stesso Ateneo. La ragazza, all’epoca dei fatti 20enne, rifiutò e nell’appello di maggio fu bocciata. L’esame fu superato solo due mesi dopo con un altro docente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO