Bimbo strangolato a Cassino: arrestato anche il papà

gabriel strangolato arresto papà


Cassino - Arrestato nella notte Nicola Feroleto, 50enne padre del piccolo Gabriel, il bimbo di due anni strangolato dalla madre a Piedimonte San Germano. Donatella Di Bona, 29 anni, dopo aver simulato un incidente, era crollata ammettendo di aver ucciso suo figlio perché piangeva troppo. Ora i carabinieri hanno posto le manette ai polsi anche al padre di Gabriel, arrestato dopo un lungo interrogatorio dal quale sono emersi dettagli importanti per la ricostruzione della vicenda.

Secondo gli investigatori, infatti, Nicola Feroleto era presente al momento dell’omicidio. Le ipotesi sono sostanzialmente due: ha assistito al delitto compiuto Donatella Di Bona senza fare nulla oppure potrebbe aver partecipato attivamente all’omicidio. Si attende ora l’autopsia sul corpo del bimbo, ma al momento non cambia il movente. A far scattare la violenza della mamma sul piccolo Gabriel il pianto disperato del bambino perché voleva tornare dalla nonna, che lo accudiva spesso visti i problemi di depressione della donna.

Inizialmente, Donatella aveva raccontato che il piccolo Gabriel era stato investito da un’auto pirata, ma poi è crollata al termine di un lungo interrogatorio. Ha lasciato perplessi gli investigatori il fatto che in un primo momento abbia tirato in ballo anche il compagno, mentre poi si sarebbe addossata tutte le colpe del delitto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO