San Diego, sparatoria in una sinagoga: 1 vittima e 3 feriti

L'assalitore, un 19enne neonazista di San Diego, è stato arrestato

Sparatoria San Diego

Aggiornamento - Una donna è stata uccisa e tre persone sono rimaste ferite. Questo è il bilancio della sparatoria avvenuta in una sinagoga di Poway nella contea di San Diego (California) al termine della funzione per la pasqua ebraica. Ad aprire il fuoco è stato John Earnest, un 19enne residente a San Diego. All'interno della sinagoga, fortunatamente, c'era anche un ufficiale fuori servizio che ha immediatamente risposto al fuoco dell'assalitore, poi fermato dalla polizia.

Il dipartimento di polizia della contea di San Diego ha setacciato i social di Earnest, dove lo stesso si definiva un "suprematista bianco" e un "antisemita", annunciando di voler uccidere degli ebrei. Nel suo 'manifesto' Earnest rivendicava anche di aver dato fuoco ad una moschea di Escondido, altra località californiana che si trova a pochi chilometri dalla Sinagoga presa d'assalto.

L'incendio alla moschea era stato dedicato a Brenton Tarrant, il suprematista bianco australiano responsabile delle stragi nelle due moschee di Christchurch in Nuova Zelanda del marzo scorso. Come Tarrant, anche Earnest avrebbe voluto trasmettere l'assalto alla sinagoga in diretta attraverso i social; l'aveva annunciato sulla piattaforma 8chan, che aveva immediatamente provveduto a bloccare il suo profilo. Le autorità ritengono che abbia agito da solo.

San Diego, sparatoria vicino a una sinagoga: ci sono vittime

In un centro ebraico della contea di San Diego, negli Stati Uniti, un uomo ha sparato proprio durante la funzione per la conclusione della Pasqua ebraica. Fonti locali parlano di almeno un morto e tre feriti. La vittima forse è proprio l'uomo che ha sparato, ma le notizie sono ancora molto incerte. Tra i feriti potrebbero esserci anche dei bambini.

È successo intorno alle 11:30 locali, circa le 20:30 italiane. Lo sceriffo di San Diego, Bill Gore, ha fatto sapere che un uomo è stato arrestato per essere interrogato, mentre il capo della polizia David Nisleit ha detto:

"Non ci sono minacce note. In ogni caso, in abbondanza di cautela, forniremo pattugliamenti extra ai luoghi di culto"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO