Brescia, treno soppresso: i macchinisti erano ubriachi

treno soppresso macchinisti ubriachi brescia

Treno soppresso causa macchinisti ubriachi. È accaduto oggi al Frecciarossa in partenza da Brescia alle 5.17 e diretto a Napoli. A dare la notizia è stata la Polfer i cui agenti insieme ai colleghi della Polstrada hanno sottoposto al test dell'etilometro i due macchinisti. Uno è risultato positivo, il secondo ha invece chiesto l'intervento del personale del 118.

Poco dopo, la polizia ferroviaria ha fatto sapere che il treno il Frecciarossa Brescia-Napoli era stato "soppresso in stazione perché i macchinisti erano ubriachi". La Polfer di Brescia era intervenuta dopo la segnalazione del capotreno. Disagi per i 67 passeggeri a bordo del convoglio che sono stati trasferiti con un treno regionale a Milano Centrale per poi proseguire su un altro Frecciarossa per Napoli.

Questo è il primo caso di un treno soppresso per cause di questo tipo, spiega Trenitalia. La cancellazione del treno "è stata disposta da Trenitalia dopo aver accertato la non idoneità dell'equipaggio alla conduzione del treno" si legge in un comunicato della società. Trenitalia aggiunge che "verificherà eventuali violazioni da parte dei macchinisti degli obblighi contrattuali e della deontologia professionale" e che "si riserva di adottare tutti i provvedimenti del caso". Licenziamenti in vista?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO