Padova, narcotizza il figlio di 5 anni con l'intenzione di ucciderlo: arrestata

carabinieri

Ha narcotizzato il figlio di 5 anni costringendolo ad ingerire una quantità massiccia di benzodiazepine con l'intenzione di ucciderlo e di togliersi la vita subito dopo, ma l'intervento delle forze dell'ordine è riuscito ad evitare la tragedia.

È accaduto a Padova nella notte tra lunedì e martedì, quando alcuni parenti della donna hanno lanciato l'allarme dopo aver ricevuto una serie di messaggi vocali in cui la giovane, già nota alle forze dell'ordine, aveva manifestato la volontà di uccidere il figlio e di togliersi la vita e aveva rivelato loro di essere alla guida della sua automobile senza una meta ben precisa in cui mettere in atto l'omicidio-suicidio.

Conoscendo il modello del veicolo e la targa dell'auto, le forze dell'ordine dell'intera provincia si sono messe alla ricerca della donna e del figlio in una corsa contro il tempo che, per fortuna, si è conclusa nel migliore dei modi due ore dopo.

La donna è stata rintracciata a Padova in uno stato di confusione, mentre il bimbo era immobile sui sedili posteriori, avvolto in una coperta, ma ancora in vita. Le sue condizioni sono parse subito disperate, ma la corsa al pronto soccorso ha evitato il peggio: il piccolo era intossicato dal benzodiazepine e col passare delle ore le sue condizioni sono migliorate. Oggi, a pochi giorni dall'episodio, il bimbo è fuori pericolo.

La donna è stata fermata e condotta in ospedale in attesa di essere dimessa e trasferita in carcere con l'accusa di tentato omicidio aggravato dal legame parentale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO