Piazza San Carlo, condannati a 10 anni i 4 giovani della banda dello spray

condanne piazza san carlo torino

Arrivano le condanne per il caos in Piazza San Carlo a Torino del 3 giugno 2017 che provocò due vittime e molti feriti. Quattro giovani della cosiddetta banda dello spray urticante sono stati ritenuti colpevoli di omicidio preterintenzionale.

Secondo l’accusa i ragazzi, tutti di origine marocchina, hanno scatenato il panico in piazza San Carlo a scopo di rapina durante la finale di Champions League Juventus-Real Madrid proiettata su un maxi schermo.

Nel fuggi fuggi generale rimasero ferite oltre 1670 persone mentre due donne, Erika Pioletti di Domodossola e Marisa Amato di Torino, morirono a seguito delle gravi lesioni riportate nella calca.

Nel giudizio con rito abbreviato, il gup di Torino ha inflitto 10 anni 4 mesi e 20 giorni di carcere a Sohaib Bouimadaghen, ad Hamza Belghazi e a Mohammed Machmachi, tutti e tre tra i 20 e 21 anni. Un mese in meno per Aymene El Sahibi, di 22 anni, perché ritenuto responsabile di meno furti, per lui la pena è di 10 anni, 3 mesi e 24 giorni.

"Mi aspettavo qualcosa di diverso e di meglio e rimango convinto della nostra ricostruzione dei fatti: non ci fu la rapina all'origine della tragedia" ha commentato l'avvocato Basilio Foti, difensore dei giovani condannati. "Leggeremo le motivazioni e faremo appello. Questa non è giustizia" secondo il legale.

I quattro ragazzi restano quindi in carcere, aspettando il secondo grado. Nel corso del giudizio di oggi è stata rinnovata l'ordinanza di custodia cautelare a loro carico, emessa un anno fa, che era in scadenza.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO