Novara, morte bimbo 19 mesi: fermati i genitori, "è stato picchiato" | VIDEO


Il piccolo Leonardo, il bimbo di 19 mesi morto giovedì all’arrivo in ospedale di Novara è deceduto dopo essere stato picchiato. Lo sostiene la Procura di Novara, che ha disposto il fermo nei confronti della madre, Gaia Russo di 22 anni attualmente ai domiciliari, e del suo compagno, il 23enne Nicholas Musi, portato nel carcere di Novara. Il fermo è stato deciso nella notte, ma i nomi dei due genitori del piccolo erano già iscritti nel registro degli indagati.

La versione fornita dalla madre del piccolo Leonardo non aveva convinto i soccorritori del 118 sin da subito. La donna infatti aveva parlato di una caduta dal lettino con conseguente botta alla testa per il bimbo di quasi due anni. L’autopsia ha però confermato che le lesioni presenti sul corpicino non erano compatibili con una caduta. Insomma, a procurare la morte di Leonardo è stato un forte colpo all’addome, che ha causato un’emorragia al fegato.

La morte del bimbo è avvenuta nel giro di mezz’ora, ma sul corpo sono state trovate lesioni un po’ ovunque, dalla testa al torace, sulla schiena e persino sui genitali. Le botte risalirebbero alla stessa mattina della morte. Il procuratore Marilinda Mineccia, non ha dubbi: "Si tratta di un omicidio avvenuto in un quadro di maltrattamenti pregressi". Non era la prima volta, dunque, che mamma e papà si accanivano sul piccolo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO