Tutti salvi gli speleologi rimasti bloccati in una grotta in Calabria

speleologi-bloccati-calabria.jpg

Sono tutti salvi i quattro speleologi che erano rimasti bloccati in una grotta nell'Abisso del Bifurto, a Cerchiara di Calabria, nel cosentino. L’Abisso del Bifurto o Fossa del Lupo è un profondo inghiottitoio che scende in verticale per 683 metri. Il gruppo di speleologi era rimasto bloccato nella grotta oggi pomeriggio a causa di un'improvvisa onda di piena.

Un altro speleologo del gruppo era riuscito a uscire dalla grotta, a 50 mt di profondità, proprio qualche istante prima dell'onda, dando così l'allarme verso le 16.30 al Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico che è poi giunto sul posto con diverse squadre per gestire l’emergenza.

Sul posto anche diverse unità del Cnsas specializzate in operazioni speleologiche e speleosubacquee che insieme gli altri soccorritori hanno trovato molte difficoltà a causa del maltempo. Ci sono volute 4 ore per salvare il gruppo.

Intorno alle 20 il primo dei quattro speleologi rimasti bloccati, e che avevano trovato rifugio in un ramo secondario dell’abisso, è stato tratto in salvo, seguito dagli altri tre. Nell’operazione sono stati impiegati in tutto 40 uomini.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO